L'importanza del rilassamento

L'importanza del rilassamento

Nel mio lavoro utilizzo anche il rilassamento, sia nell'area del benessere che nell'area clinica.

Per capire intuitivamente l'importanza del rilassamento basta che vi poniate la seguente domanda: "mi è mai capitato di sentirmi particolarmente stressato/agitato psicologicamente e, allo stesso tempo, calmo/rilassato fisicamente?"

E il contrario? Ovvero di sentirvi tesi/agitati fisicamente e calmi/rilassati psicologicamente? per quanto ciò possa anche essere possibile, non sarà facilissimo che vi sia capitato perchè psiche e soma, corpo e mente, sono due facce della stessa medaglia e si influenzano reciprocamente in maniera circolare. L'uno influisce sull'altra e viceversa.

È infatti scientificamente dimostrato che un corpo muscolarmente disteso e rilassato favorisca l'emergere di una condizione psicologica altrettanto distesa e rilassata e che, allo stesso modo, una condizione psicologica distesa e rilassata, favorisca l'emergere di uno stato corporeo disteso e rilassato. Da qui appare evidente l'importanza in presenza di disturbi d'ansia e da stress, di apprendere dei metodi per rilassarsi psicofisicamente che possano essere attuati, dopo l'insegnamento, in completa autonomia per tutta la vita. Ancora meglio se tali metodi vengono favoriti e verificati scientificamente attraverso l'utilizzo di particolari strumenti quali il Biofeedback e il Neurofeedback.

Come imparare il rilassamento

Come imparare il rilassamento

Attraverso l'applicazione e l'insegnamento di specifiche tecniche di rilassamento, che vengono personalizzate sulle esigenze di ogni singola persona, è possibile ritrovare e/o incrementare il proprio livello di autoregolazione e di benessere psicofisico. Ciò consente di eliminare o diminuire gli effetti dell'ansia e dello stress, favorisce il recupero delle energie fisiche e mentali permettendo poi di incanalarle in quelli che sono gli specifici obiettivi della persona, ad esempio: nel lavoro, nello sport, nello studio, nelle relazioni interpersonali, etc... Il tutto in un'ottica che mira all'autonomia del cliente.

È  inoltre possibile divenire maggiormente in grado di favorire l'autoregolazione dei propri stati di attivazione emotiva/psicofisiologica che scattano in automatico e che ,sotto l'effetto di ansia e stress, possono subire delle fastidiose alterazioni (eccessiva tachicardia, sudorazione, rigidità muscolare, etc...)

Le diverse tecniche di rilassamento, comprese quelle effettuate con bio/neurofeedback, offrono la possibilità di intervenire efficacemente e senza l'utilizzo di farmaci nei confronti di diversi disturbi su base ansiogena/stressogena. L'apprendimento di tali tecniche si "depositerà" in quella che viene definita memoria procedurale (quella memoria dove, per esempio, sono contenute anche le informazioni di come si va in bici o di come si usano la forchetta e il coltello; un tipo di memoria in cui le informazioni si traducono automaticamente in sequenze di azioni senza il bisogno di pensare a "come fare per...") divenendo così una risorsa alla quale la persona potrà attingere, dopo l'apprendimento, in totale autonomia ogni volta che ne sentirà il bisogno.

Compila il Test di valutazione del benessere psicofisiologico

Per valutare il livello di benessere psicofisiologico ho creato un piccolo e veloce questionario. Si tratta di un questionario di primo livello, senza alcuna finalità diagnostica, ma utile come primo passo nella valutazione del benessere psicofisiologico.

Chi i volesse avere una rapida e gratuita restituzione del proprio risultato può scrivere un'email utilizzando il box precostituito, presente nella sezione "CONTATTI", indicando come oggetto "questionario". Io provvederò poi ad inviare il questionario direttamente alla vostra casella email e, una volta che l'avrete completato, vi comunicherò il risultato.

In alternativa e per scopi di ricerca personale, il questionario può essere compilato in forma anonima semplicemente cliccando su questo LINK . In questo caso vi ringrazio molto della vostra preziosa collaborazione.